Pagina iniziale Gli Scarabeoidea Elenco sistematico Elenco alfabetico Tavole fotografiche Bibliografia Elenchi regionali  
                                                                

          SCARABAEIDAE MELOLONTHINAE MELOLONTHINI, RHIZOTROGINI & PACHYDEMINI

 
1. Quinto e sesto segmento addominale uniti da una membrana; tibie posteriori senza incavo apicale al di sotto del punto di inserzione dei due speroni apicali

54. Tanyproctini (=Pachydemini)

- Quinto e sesto segmento addominale non uniti da una membrana; tibie posteriori con incavo apicale al di sotto del punto di inserzione dei due speroni apicali

2

     
2. Clava antennale di 4-7 articoli

3. Melolonthini

- Clava antennale di 3 articoli

14. Rhizotrogini

     
3. Clava antennale di 7 articoli nel maschio, 5 o 6 nella femmina

4

- Clava antennale di 5 articoli nel maschio e 4 nella femmina

8. Anoxia

     
4. Elitre con evidenti coste longitudinali(v. frecce). Sterniti con macchie bianche triangolari formate da squame addensate; femmina con clava di sei articoli

5. Melolontha

- Elitre prive di coste longitudinali. Sterniti senza macchie bianche triangolari formate da squame addensate, femmina con clava di cinque articoli

13. Polyphylla

     
5. Lati del pronoto non sinuati prima degli angoli posteriori, pigidio del maschio  (la femmina è ignota) triangolare, non dotato di prolungamento apicale. Sardegna

Melolontha sardiniensis

- Lati del pronoto nettamente sinuati prima degli angoli posteriori (v. freccia), pigidio, almeno nel maschio, dotato di prolungamento apicale

6

     
6. Pigidio con prolungamento apicale sottile, strozzato alla base e allargato verso l’apice (foto a sinistra: femmina, foto a destra: maschio)

Melolontha hippocastani

- Pigidio con prolungamento apicale largo alla base e ristretto verso l’apice (nelle femmine talora assente)

7

     
7. Maschio con il terzo articolo antennale simmetrico, pigidio dotato di pubescenza semplice; femmina con prolungamento apicale del pigidio corto ma presente (foto a sinistra: femmina, foto a destra: maschio)

Melolontha melolontha

- Maschio con il terzo articolo antennale asimmetrico (con una netta espansione distale), pigidio dotato di pubescenza doppia (coricata ed eretta); femmina con pigidio privo di prolungamento apicale (foto a sinistra: femmina, foto a destra: maschio)

Melolontha pectoralis

     
8. Apice del pigidio arrotondato

 Anoxia orientalis

- Apice del pigidio con distinto incavo

9

     
9. Pubescenza elitrale ordinata a formare fasce longitudinali, zampe bruno-rossicce

10.Anoxia (Mesanoxia)

- Pubescenza elitrale uniforme, zampe nere

11.Anoxia (Anoxia)

     
10.Margine anteriore del clipeo non concavo, pubescenza del pigidio doppia. Fasce longitudinali di squame scomposte.

Anoxia australis

- Margine anteriore del clipeo concavo nel mezzo, pubescenza del pigidio interamente coricata. Fasce longitudinali di squame intere e ordinate.

Pigidio con peli corti ed eretti. Sottospecie di Sardegna nordorientale

 

Pigidio con peli lunghi e coricati. Sottospecie della Sardegna nordoccidentale

 

Pigidio con peli lunghi ed eretti. Sottospecie di Sardegna meridionale

 

Pigidio con presenza di squame. Sottospecie dell'Isola di Vulcano (Eolie)

 

Pigidio con peli corti e coricati. Sottospecie di Italia continentale e Sicilia

 

Anoxia matutinalis corsicana
 

Anoxia matutinalis thumseri

 

Anoxia matutinalis  sardoa
 

Anoxia matutinalis moltonii
 

Anoxia matutinalis matutinalis

     
11. Lati del pronoto paralleli nella loro metà posteriore; clava antennale nettamente più lunga del funicolo
Sottospecie di Sicilia settentrionale

Sottospecie di Sicilia meridionale

Sottospecie di Italia continentale




Anoxia scutellaris
sicula


Anoxia scutellaris
argentea

 Anoxia
scutellaris  scutellaris

- Lati del pronoto convergenti nella loro metà posteriore; clava antennale non molto più lunga del funicolo

12

     
12. Pubescenza di pigidio e propigidio uniformemente corta e coricata; tegumenti sempre neri  

Anoxia pilosa

- Pubescenza del propogidio con peli lunghi ed eretti; tegumenti neri o bruno-rossicci  

Anoxia villosa villosa

     
13. Prima interstria elitrale pressoché priva di scaglie bianche; protibia del maschio con due denti esterni ravvicinati, egualmente aguzzi

Polyphylla fullo

- Prima interstria elitrale coperta di dense scaglie bianche; protibia del maschio con il primo dente smussato. Sicilia.
Sottospecie di Sicilia orientale


Sottospecie di Sicilia settentrionale e occidentale




Polyphylla ragusae
aliquoi


Polyphylla ragusae ragusae

     
14. Antenne di nove articoli (la clava possiede sempre tre articoli)

15. Amphimallon

- Antenne di dieci articoli (la clava possiede sempre tre articoli)

26

     
15. Pronoto con un netto solco longitudinale mediano

16

- Pronoto privo di solco longitudinale mediano

18

     
16. Tibie anteriori del maschio con un solo dente apicale al bordo esterno; articolo terminale dei palpi mascellari con un profondo incavo, clava antennale del maschio debolmente ricurva e poco più lunga della restante parte dell’antenna. Alpi

Amphimallon pini

- Tibie anteriori del maschio tridentate, palpi mascellari senza incavo, clava antennale del maschio fortemente incurvata e ben più lunga della restante parte dell’antenna

17

     
17. Disco del pronoto bruno-rossiccio, elitre giallognole. Puglia

Amphimallon gianfranceschii

- Disco del pronoto ed elitre bruno-nerastri. Sicilia

 Amphimallon vitalei

     
18. Protibie del maschio di solito con un solo dente apicale, raramente bi- o tridentate (se bi- o tridentate, allora lo sperone apicale interno è inserito al livello dell'intervallo tra il dente apicale e il dente mediano.

19

- Protibie del maschio di solito tridentate. Lo sperone apicale interno è inserito al livello del dente mediano.

21

     
19. Margini elitrali dotati di lunghe setole fini (analoghe a quelle che ricoprono il pronoto e il disco delle elitre)

20

- Margini elitrali dotati di setole relativamente corte e relativamente spesse (subspiniformi)

Amphimallon ochraceum

     
20. Protibie unidentate, pigidio con punteggiatura forte

 Amphimallon solstitiale

- Protibie bi- o tridentate, pubescenza di pronoto ed elitre lunga e densa, pigidio pressochè glabro, con scarsa punteggiatura. Sicilia

Amphimallon javeti

     
21. Elitre sul disco pressoché glabre

Amphimallon atrum

- Elitre sul disco con pubescenza corta più o meno densa

22

     
22. Punteggiatura del pronoto fine e assai densa, contigua; pubescenza egualmente densa

23

- Punteggiatura del pronoto mediocremente densa, non contigua, relativamente grossa. Elitre bruno-rosso scuro o bruno giallastre con sutura nera.

Amphimallon fuscum

     
23. Lati del pronoto non sinuati davanti agli angoli posteriori, pubescenza del disco del pronoto doppia, coricata ed eretta

24

- Lati del pronoto fortemente sinuati davanti agli angoli posteriori, pubescenza del disco del pronoto coricata con qualche raro pelo eretto

25

     
24. Specie a volo pomeridiano. Tutta la penisola.  

Amphimallon assimile

- Specie a volo crepuscolare. Alpi  

Amphimallon burmeisteri

     
25. Pubescenza del pronoto coricata, con pochi peli eretti, non più lunga della pubescenza elitrale

Amphimallon majale

- Pubescenza del pronoto formata da peli esclusivamente coricati di lunghezza nettamente superiore a quelli delle elitre

Amphimallon pseudomajale

     
26. Base del pronoto non ribordata

27. Holochelus (Miltotrogus)

- Base del pronoto ribordata

28

     
27. Pigidio con punteggiatura densissima. Nord-est.

Holochelus vernus

- Pigidio con punteggiatura moderatamente densa

Holochelus fraxinicola

     
28. Vertice del capo con carena trasversa ad angolo vivo (v. freccia), ben rilevata ed intera

29. Aplidia

- Vertice del capo privo di carena trasversa, o con carena smussata ed interrotta al centro

33

     
29. Pubescenza elitrale lunga ed eretta, quella del pronoto assai lunga. Sicilia

Aplidia villigera

- Pubescenza elitrale coricata o assente

30

     
30. Base del pronoto senza lunghi peli eretti davanti allo scutello

Aplidia transversa

- Base del pronoto con un ciuffo di lunghi peli eretti davanti allo scutello

31

     
31. Pubescenza del pronoto doppia, coricata ed eretta. Sicilia

Aplidia massai

- Pubescenza del pronoto coricata con rari peli eretti

32

     
32. Pubescenza del pronoto diretta verso l'indietro, più o meno lunga, molto densa, ricoprente in toto il pronoto. Punteggiatura dello scutello uguale a quella delle elitre

Aplidia hirticollis

- Pubescenza del pronoto corta e più o meno ricadente. Scutello liscio o con punteggiatura più rada e fine rispetto alla punteggiatura delle elitre

Aplidia etrusca

     
33. Femmine sempre microttere o attere, maschi alati oppure atteri.  

34.Geotrogus

- Adulti sempre alati nei due sessi.  

37

     
34. Maschio con elitre saldate e allargate in addietro. Sicilia

Geotrogus sicelis

- Maschio alato elitre subparallele

35

     
35. Tarsi molto più lunghi delle tibie

36

- Tarsi corti, pronoto glabro, rossiccio sul disco e giallognolo ai lati. Sardegna.

Geotrogus genei

     
36 - Unghie dei tarsi con un dente appuntito in aggiunta al dente basale  

36bis

- unghie dei tarsi solo con il dente basale  

Geotrogus michaelis

36bis - Angoli posteriori del pronoto arrotondati. Sicilia (Lampedusa)

Geotrogus vorax

- Angoli posteriori del pronoto retti o debolmente spigolosi. Sicilia.

36ter

     
36ter - Superficie dorsale subopaca. Tibie posteriori senza carena dorsale. Sicilia (Pantelleria).   Geotrogus euphytus lamantiai
- Superficie dorsale lucida. Tibie posteriori con una carena longitudinale sulla faccia superiore. Sicilia occidentale   Geotrogus pellegrinensis
     
37. tibie posteriori prive di peli spiniformi sulla loro faccia dorsale

38

-  tibie posteriori provviste di peli spiniformi sulla loro faccia dorsale

47. Rhizotrogus

     
38. Pronoto glabro, elitre glabre, lucenti, senza strie

39. Amadotrogus

- Almeno il margine anteriore del pronoto con lunghi peli eretti; elitre glabre o pubescenti

43. Firminus

     
39. Lati del pronoto poco sinuati prima degli angoli posteriori

40

- Lati del pronoto fortemente sinuati prima degli angoli posteriori

42

     
40. Protibie tridentate

41

- Protibie bidentate, litorale tirrenico

Amadotrogus grassii

     
41. Clava antennale più corta del funicolo. Antenne di dieci articoli. Sardegna (Italia cont. ?)

Amadotrogus vicinus

- Clava antennale lunga più o meno come il funicolo. Antenne di nove articoli. Italia peninsulare

Amadotrogus quercanus

     
42. Protibie tridentate; forte punteggiatura del pronoto

Amadotrogus insubricus

- Protibie bidentate, il dente prossimale molto smussato, tarsi anteriori nel maschio lunghi e sottili. Sicilia

Amadotrogus tarsalis

     
43. Pronoto sul disco con lunga pubescenza eretta più o meno sparsa

44

- Pronoto al più con peli lungo i margini, disco del tutto privo di pubescenza

46

     
44. Pronoto pubescente nella metà anteriore, base delle elitre con radi peli eretti. Calabria.  

Firminus baudii

- Pronoto con pubescenza distribuita su gran parte della superficie, elitre con pubescenza eretta estesa al terzo o al quarto anteriore della superficie elitrale  

45

     
45. Base elitrale con pubescenza eretta limitata al quarto anteriore

Firminus procerus

- Base elitrale con pubescenza eretta estesa almeno al terzo anteriore

Sottospecie di Sicilia

Sottospecie di Italia continentale



Firminus ciliatus
ciliatus


Firminus ciliatus
vexillis

     
46. Carena delle epipleure elitrali prolungata fino all’angolo suturale. Sardegna.  

Firminus fossulatus

- Carena delle epipleure elitrali arrestata all’altezza dell’arrotondamento apicale delle elitre. Sardegna.  

Firminus bellieri

     
47. Tutta la superficie del pronoto con una pubescenza lunga più o meno densa

48

- Almeno il disco del pronoto glabro o con pubescenza corta e coricata

50

     
48. Punteggiatura del pronoto densa e diseguale, i grossi punti raggruppati in una linea mediana longitudinale ed in una linea mediana trasversale  

Rhizotrogus siculus

- Punteggiatura del pronoto uniformemente ripartita su tutta la superficie  

49

     
49. Pigidio a punteggiatura sparsa, granulosa; ciascun punto porta un pelo perpendicolare  

Rhizotrogus marginipes

- I punti del pigidio, non granulosi, portano un corto pelo coricato  

Rhizotrogus sassariensis

     
50. Base del pronoto con lunga pubescenza eretta

Rhizotrogus maculicollis

- Base del pronoto al più con pubescenza breve ed inclinata

51

     
51. Elitre giallognole o brunicce scurite lungo la sutura, pronoto con densa microscultura

52

- Elitre giallognole o brunicce unicolori, pronoto liscio, senza microscultura

53

     
52. Margine del clipeo debolmente incavato; pronoto assai opaco per la densa microscultura

Rhizotrogus aestivus

- Margine del clipeo profondamente incavato; pronoto con una miscroscultura meno densa che in aestivus. Sicilia.

Rhizotrogus romanoi

     
53. Pronoto con punteggiatura irregolare, la superficie fra i punti appare pittosto lucida

Rhizotrogus cicatricosus

- Pronoto con punteggiatura fine, la superficie fra i punti opaca. Sicilia (Pantelleria)

Rhizotrogus pallidipennis

     
54. Clava antennale di tre articoli

[Liogenys excisa]

- Clava antennale di almeno cinque articoli  

55

     
55. Clava antennale di cinque articoli.

Pachydema hirticollis

- Clava antennale di sette articoli. Sardegna

56. Elaphocera

     
56. Base del pronoto con lunghi peli eretti; centro del clipeo con profondo incavo semicircolare (v. freccia)

Elaphocera emarginata

- Base del pronoto priva di pubescenza eretta; clipeo solo con una leggera incavatura superficiale

Elaphocera erichsoni