Problemi di identificazione di specie simili

 
Jekelius intermedius Jekelius brullei
   
Si tratta di due specie molto simili tra loro. Va comunque detto che in Italia sembra che vi sia sovrapposizione degli areali delle due specie solo nel Gargano. Il carattere maggiormente affidabile, come indicato in chiave, costituito dalla scultura della faccia inferiore delle protibie del maschio (a tale proposito segnalo che le figure presenti nella revisione di Crovetti (1970) risultano invertite). Crovetti (1970)  individua altri caratteri, talvolta difficili da apprezzare: la presenza di areole lisce irregolari sul capo di J. intermedius (assenti in J. brullei, ma un carattere incostante) e la presenza di un lieve solco longitudinale alla base delle elitre, dove le stesse incontrano lo scutello. Anche l’edeago, infine, costituisce un carattere utile. 

Approfondimenti: 

BARAUD, J. 1992. Faune de France. France et regions limitrophes. 78. Coleopteres Scarabaeoidea d'Europe. Bull. Soc. linn de Lyon (suppl.)  Lyon  78 : 1-85 

CROVETTI, A. 1970. Contributi alla conoscenza dei Coleotteri Scarabeidi. III. I Thorectes Mulsant della Sardegna (Coleoptera, Geotrupidae). Ann. Fac. Agr. Univ. Sassari  Sassari  18 (1): 1-